Statistiche
Visite Oggi: 26
Visite Ieri: 223
Visite nel mese: 3834
Visite totali: 394886
Stats dal: 2002-01-01
Social
Home

Drosera uniflora (C.L. Willdenow)


Famiglia: Droseraceae

Gruppo: Drosere temperate

Provenienza: Sud dell'America meridionale. La pianta è endemica di tutta la regione sud dello stato del Cile e dell'Argentina (dall'altezza delle isole Guaitecas fino all'arcipelago della Terra del Fuoco) e delle isole Falkland. 

Habitat: Tipica tundra della regione cilena attraversata dallo Stretto di Magellano caratterizzata da notevoli distese di vegetazione bassa e fitta; la Drosera uniflora coabita, traendone dei benefici, con altri vegetali (la più diffusa e spesso associata anche in coltivazione è Donatia fascicularis) che formano per l'appunto questi tappeti erbosi. Regione con alto tasso di umidità dovuto alle elevate precipitazioni. 


Si tratta di una pianta carnivora dalla classica forma a rosette con trappole collose di piccole dimensioni: una pianta adulta raggiunge un'altezza non superiore ai 5 cm e produce piccole foglie a forma di scudo tondo ricoperto di lunghe ed esili ghiandole. Se esposta a una buona dose di luce solare assume un bel colorito rosso-scuro. Tuttavia, trattandosi di una drosera temperata, sopporta molto bene le temperature basse (anche fino a - 20° gradi); infatti d'inverno sopravvive alla neve e alle gelate. La pianta produce uno o due scapi fiorali di altezza compresa tra 1 e 3 cm che portano ognuno un singolo fiore dai petali bianchi.

Fioritura: Da gennaio a febbraio (estate australe)

Etimologia: L'epiteto specifico uniflora deriva dal latino con il significato di "un solo fiore": queste piante hanno la caratteristica di produrre un solo fiore su ogni scapo fiorale.



Note ci coltivazione:

- -

Ultimo aggiornamento (Giovedì 19 Gennaio 2012 16:18)