Statistiche
Visite Oggi: 36
Visite Ieri: 201
Visite nel mese: 4958
Visite totali: 402130
Stats dal: 2002-01-01
Social
Home

Drosera zeyheri (T.M. Salter)


Famiglia: Droseraceae

Gruppo: Drosere subtropicali

Provenienza: Africa del Sud. La pianta è endemica della regione che si estende per tutta la penisola del Capo e attorno a Città del Capo (Cape Town) sulla punta meridionale del continente africano. 

Habitat: Il terreno si presenta sabbioso e ciottoloso. La vegetazione è costituita da piccoli arbusti (simile a quella mediterranea). La pianta cresce in zone generalmente secche (diversamente da paludi o acquitrini) che possono però, in alcuni momenti dell'anno, diventare più umide a seconda della stagione.


La pianta assomiglia molto a Drosera cistiflora, tanto che alcuni botanici le considerano la stessa pianta (vedi sotto: Controversia tassonomica). Produce trappole fogliari oblunghe a forma di cuneo, adiacenti al suolo. Talvolta però si verifica la possibilità che produca foglie collose anche lungo lo scapo fiorale, nelle stesse forme e dimensioni circa di quelle basali. Verso agosto, la pianta emette sull'apice dello stelo il fiore che può avere i petali o bianchi o rosa.

Fioritura: Da luglio ad agosto

Etimologia: L'epiteto specifico zeyheri deriva dal nome del collezionista botanico Karl Ludwig Philipp Zeyher (1799-1858).


Controversia tassonomica: 

- Alcuni botanici ritengonoche Drosera zeyheri altro non sia che un mero sinonimo di Drosera cistiflora o comunque una varietà che rientra nel gruppo "cistiflora complex" a causa della difficoltà di distinzione tra le due specie;

- Altri botanici invece sono d'accordo nell'affermare che tra le due specie intercorra una sottile distinzione, cioè che Drosera zeyheri può produrre trappole fogliari anche sullo scapo fiorale.

Trattandosi per il momento di un terreno instabile, per adesso si evita ancora di tirare conclusioni.



Note di coltivazione:

- -


Ultimo aggiornamento (Giovedì 19 Gennaio 2012 16:17)