Statistiche
Visite Oggi: 26
Visite Ieri: 223
Visite nel mese: 3834
Visite totali: 394886
Stats dal: 2002-01-01
Social
Home


English version


Venerdì 5 Settembre 2014

Ore 16.00 - Le specie messicane di Pinguicula che formano rosette invernali simili a bulbi - Dr. Oliver Gluch 

In Messico la maggior parte delle specie tropicali-eterofille di Pinguicula, crescono in condizioni climatiche caratterizzate da una stagione invernale secca e una stagione estiva piovosa. La maggior parte delle specie si sono adattate a sopravvivere agli inverni secchi formando rosette invernali composte da foglie non-carnivore. Tra queste, un gruppo forma una rosetta invernale di foglie succulente, simile ad una cipolla, che resterà sotto la superficie del terreno per tutto il periodo caldo e secco; l'autore ne descriverà la distribuzione, il tipo di habitat e alcune altre specie che crescono con esse, illustrerà le loro principali caratteristiche morfologiche e condividerà la sua esperienza nella coltivazione di Pinguicula macrophylla, P. heterophylla, P. acuminata, P. medusina, P. parvifolia, P. oblongiloba, P. orchidioides e P. calderoniae.

Ore 17.30 - L'illuminazione artificiale nella coltivazione  - Dr. Drew Martinez

La conferenza fornirà una panoramica sulle tecniche di illuminazione artificiale in coltivazione. Saranno introdotti i concetti basilari della fotosintesi, e sarà poi descritto come viene scelta e misurata la luce per la coltivazione delle piante. Verranno discusse e confrontate le attuali tecnologie disponibili, tra cui lampade fluorescenti e LED, facendo uso di strumentazioni elettroniche. Infine, saranno presentate le prospettive per il futuro nell’utilizzo di illuminazione a LED per la coltivazione di piante carnivore.


Sabato 6 Settembre 2014

Ore 11.00 - Fondamenti e possibilità nella coltivazione delle piante carnivore - Dr. Miroslav Srba

Fin da tempi remoti, la coltivazione delle piante è stata un’attività fondamentale per la sopravvivenza dell’uomo. Se si parla di piante ornamentali questa importanza assume una dimensione artistica. Le cultivar hanno anche un proprio valore storico, legato alle vicende del creatore o di coloro che sono riusciti a coltivarlenel tempo. Nel mondo delle piante carnivore, le cultivar più famose sono senz’altro le nepenti chiamate “cultivar Vittoriane”, create quando l’impero coloniale britannico era al suo apice e scomparse durante la grande depressione economica degli anni ’30 del secolo scorso.

La creazione di nuove cultivar può determinare piante con caratteristiche interessanti, resistenti alle malattie o con particolari parametri di crescita.

In questa conferenza saranno presentati ed illustrati alcuni principi, sia basilari che più avanzati, utili  per conseguire risultati notevoli nella coltivazione di vari generi di piante carnivore.

Ore 14.30 - Distribuzione e problematiche di conservazione del genere Pinguicula sull'Appennino tosco-emiliano ed Alpi Apuane  - di Giulio Pandeli

Giulio Pandeli, Coordinatore dei Progetti di Conservazione dell’Associazione Italiana Piante Carnivore, rivela i suoi primi risultati di un censimento, durato 8 anni, su varie specie poco conosciute di pinguicole temperate dell’Appennino tosco-emiliano e delle Alpi Apuane.

Ore 16.00 - Piante biblivore: le piante carnivore nell'editoria fra XIX e XX secolo, con uno sguardo alla cultura modernaDr. Andrea Rivolta

Coltivatori ed amatori di piante carnivore, particolarmente in Italia, tendono a considerarsi come dei pionieri. La conoscenza di queste piante, sia come curiosità naturali che come soggetti di coltivazione, trova tuttavia diverse testimonianze nell'editoria fra XIX e XX secolo.

Si vuol quindi proporre un percorso bibliografico che, senza pretesa di completezza, porti alla ricerca di queste piante sino agli albori del libro moderno, con particolare attenzione ai generi Dionaea e Sarracenia, non trascurando di gettare uno sguardo al modo in cui la percezione culturale delle piante carnivore si è sviluppata sino ai giorni nostri, dalle mitologiche piante mangia-uomini  alla fantascienza.

Ore 17.30 - Una spedizione in Nuova Guinea: la riscoperta di Nepenthes paniculata -  Dr. Andreas Wistuba e Dr. Thomas Gronemeyer

La Nuova Guinea è l'isola degli estremi: ospita le più grandi foreste pluviali del mondo, paludi di pianura e le più alte montagne del sud-est asiatico. Una natura incontaminata domina ancora vaste aree dell’isola.
La conferenza documenta una spedizione il cui scopo era il ritrovamento di Nepenthes paniculata, una pianta carnivora sfuggita alla scienza per circa 90 anni. Sarà inoltre provato che Nepenthes oblanceolata non è una varietà di Nepenthes maxima ma una specie distinta.
Verranno infine descritte la maggior parte delle altre specie di Nepenthes di Papua, insieme a molte altre piante interessanti note sul territorio e tra le popolazioni dell’isola, come le mirmecofile, o “piante delle formiche” (tra cui una nuova specie).


Domenica 7 Settembre 2014

Ore 10.30Drosere tuberose: cura e propagazione - Dr. Dieter Kadereit

Le drosere tuberose hanno bisogno di condizioni molto particolari: un periodo umido da autunno a primavera, durante il quale completano il loro ciclo vegetativo, e un periodo secco nel resto dell’anno in cui si rifugiano nel sottosuolo formando dei tuberi che restano dormienti, abbastanza in profondità, per proteggersi dalla siccità e dal caldo estremo che può colpire i loro habitat.

La loro coltivazione, che deve prevedere questo ciclo, è dunque più impegnativa rispetto a quella di altre specie che mantengono le stesse condizioni di crescita per tutto l’anno. In questa conferenza vedremo come riuscire a coltivare correttamente e a propagare queste affascinanti piante.

Ore 11.30 - Il Gruppo Speciale per le Piante Carnivore dell'IUCN - Dr. Robert Cantley

È ormai passato più di un decennio dall’ultimo aggiornamento della Lista Rossa dell’International Union for Conservation of Nature per le piante carnivore. Da allora sono stati descritti numerosi nuovi taxa, altri, per i quali non si avevano sufficienti  informazioni (Data Deficient), sono stati ulteriormente studiati in habitat, per altri ancora è cambiato nel tempo lo stato di conservazione; si rende dunque necessaria una riclassificazione dello stato di conservazione delle piante carnivore.

Inoltre, nell’ultimo decennio, grazie al massiccio utilizzo delle moderne tecnologie di informazione, si è verificato un incredibile aumento di notizie riguardanti eventuali minacce alle piante carnivore; benché molte di queste informazioni non siano fondate, o comunque vadano verificate, adesso è certamente più facile monitorare i taxa minacciati e la natura delle minacce, rispetto a quanto lo fosse alla fine degli anni ’90 del secolo scorso.

Nell’ottobre 2012, all’interno della Commissione per la Conservazione delle Specie dell’IUCN, è stato creato un nuovo Gruppo Speciale per le Piante Carnivore (CPSG) il cui mandato è abbastanza ampio e dovrebbe coinvolgere molte tipologie di progetti di conservazione, proponendone anche di nuovi, da far ovviamente approvare all’IUCN. Ma l'obiettivo iniziale e più urgente del CPSG è quello di rivalutare lo stato di conservazione di tutte le specie di piante carnivore per la Lista Rossa. Senza una corretta classificazione, le specie in pericolo non possono ricevere un’adeguata attenzione volta alla loro salvaguardia.

Presieduta da Robert Cantley, con Sir David Attenborough come patrocinatore, il gruppo è attualmente molto piccolo (anche il Dr. Charles Clarke e Ch'ien Lee ne sono membri qualificati), si rende quindi necessario un ampliamento, coinvolgendo membri con interessi in tutti i generi di piante carnivore, sfruttando la ricchezza di competenze emersa all’ultima Conferenza Internazionale dell’ICPS ma che possiamo trovare anche altrove.

In questa conferenza verranno illustrati il significato e gli scopi del CPSG, invitando tutti coloro che fossero interessati ad iscriversi al gruppo (www.iucn-cpsg.org), fosse solo per ricevere le newsletter, ma anche per contribuire con le proprie conoscenze, competenze e col proprio tempo, alla conservazione delle piante carnivore.

Ultimo aggiornamento (Lunedì 18 Agosto 2014 15:34)