Statistiche
Visite Oggi: 36
Visite Ieri: 201
Visite nel mese: 4958
Visite totali: 402130
Stats dal: 2002-01-01
Social
Home Progetto Scuole

Scuola Elementare "A. Manzoni"
Cardano al Campo (VA)

26 novembre 2015


Lo scorso novembre ho tenuto una breve presentazione sulle piante carnivore per due classi terze della scuola di mio figlio. Considerata la mia indole che non mi porta certo a mettermi  in primo piano ho avuto bisogno di una grande spinta da parte della rappresentante di classe che ci teneva moltissimo. Devo solo ringraziarla perché è stata un'esperienza bellissima!

Il tutto si è svolto in meno di due ore. Circa tre quarti d'ora dedicati ad una presentazione PowerPoint per spiegare ai bambini di cosa si stava parlando. In particolare mi è piaciuto porre l'accento sul fatto che le piante carnivore sono così affascinanti perché stravolgono un po' la catena alimentare e l'ordine naturale delle cose, sul perché sono state "costrette" a diventare carnivore, sull'uso più appropriato della parola insettivore visto che non mangiano hamburger e bambini. Poi sono passata alla spiegazione dei vari tipi di trappole e tecniche di cattura, integrata da varie foto di piante. Per chiudere il tutto qualche video per lasciare a bocca aperta i piccolini!

Siamo passati poi in un'altra aula per la semina. Avevo preparato un kit da distribuire ad ogni bambino con vasetto già inserito in un sacchettino di plastica per il trasporto a casa, sacchetto con torba e perlite già inumidite e nella quantità giusta per riempire il vasetto, bustina di semi e scheda di coltivazione. Per rispetto di bidelle e maestre anche un foglio di giornale da mettere sul banco per non sporcare.  I bambini sono stati bravissimi anche se vista l'età ovviamente un po' di confusione c'era ma con l'aiuto delle maestre e del mio fedele compagno di vita e di avventure Oscar ce l'abbiamo fatta. Tutti sono andati a casa felicissimi col loro vasetto seminato.

Abbiamo poi fatto mettere in fila i bambini per vedere le piante. Purtroppo io ne avevo pochissime, inoltre vista la stagione, scelta esclusivamente per problemi miei di tempo libero a disposizione, erano in riposo vegetativo, quindi orribili. Per disperazione  il giorno prima ho acquistato in un vivaio una Dionaea coltivata nelle pessime condizioni che sappiamo bene, ma almeno le trappole erano visibili.

I bambini si sono avvicinati uno ad uno e con una lente di ingrandimento hanno osservato gli ascidi di Sarracenia pieni di insetti (una cimice ancora viva!), una Drosera che per fortuna era anora particolarmente ricca di colla e la trappola di Dionaea dove nessuno ha osato mettere il dito!


Un ringraziamento particolare va a Maria Teresa Monfreda, che mi ha fornito oltre ai semi, una bellissima presentazione PowerPoint che ho usato per integrare quella preparata da me per essere in linea col programma delle classi.

Consiglio a tutti i volontari che ne avessero occasione di fare quest'esperienza!

Testo e foto a cura di Simona Castelli

Ultimo aggiornamento (Lunedì 28 Agosto 2017 17:24)