Iscriviti/Rinnova

Altri_generi Byblis filifolia

Byblis filifolia
  • Famiglia: Byblidaceae
  • Provenienza: Australia, Nuova Guinea
  • Habitat: paludi e torbiere

Note di coltivazione

Specie annuale

Questo genere di piante, originario dell’Australia e della Nuova Guinea, deve sia il nome scientifico che il nome volgare di “Piante Arcobaleno”, alla miriade di gocce di liquido che ne ricoprono il fusto e le foglie filiformi. Il nome scientifico ha origine mitologiche: Byblis, figlia di Mileto, innamorata non corrisposta del proprio fratello, si sciolse in lacrime finché il nonno Apollo non la trasformò in fontana. Il nome di “Piante Arcobaleno” si riferisce ai giochi che la luce fa nelle gocce trasparenti.

Contenitori

Vasi di plastica di almeno 12 cm. di diametro, abbastanza alti. L’utilizzo di vasi alti prolunga la vita di queste piante che mal tollerano i rinvasi. In uno stesso vaso si possono tenere anche 3 o 4 esemplari di B. liniflora. Per le altre specie è consigliabile mettere una sola pianta per vaso.

Terreno

Tre parti di perlite e due di torba.

Acqua

Acqua piovana o distillata da mettere nel sottovaso solo quando l’acqua precedente è completamente evaporata.

Ambiente

Ambiente luminoso e caldo per B. filifolia. Poiché questa è annuale, seminandola in febbraio, il periodo vegetativo si ha in estate.

Trapianto

Poiché Byblis tollera male il trapianto si consiglia di effettuare la semina in piccoli vasi di torba riempiti con la solita composta, mettendo un solo seme per vaso.
Quando le piante incominciano a sviluppare si può mettere l’intero vasino di torba nel contenitore definitivo.

Parassiti

Il genere Byblis è facilmente colpito da Cocciniglia cotonosa.

Impollinazione

Per impollinare B. filifolia serve liberare il polline dalle antere: occorre appoggiare su queste un diapason vibrante. Il polline cade e si deposita sui petali più bassi. Si raccoglie con uno stecco di legno oppure con un pennellino minuscolo e si deposita sullo stigma di un altro fiore.

Moltiplicazione

I semi di B. filifolia germinano senza difficoltà se sparsi sulla superficie umida della composta usata per la coltivazione.